lc-architettura

1988 / SAN LORENZO IN DAMASO

 


Sistemazione museale dell'area degli scavi della Basilica di S. Lorenzo in Damaso a Roma
Studi di progetto, SCV, Palazzo della Cancelleria.
Progetto scavi: Cristoph Luitpold Frommel; direzione scavi: Johannes Deckers; consulente scientifico:  Richard Krauteimer; antropologo: Massimo Coppa (La Sapienza, Roma).
Progetto sistemazione area scavi: Francesco Cellini, Luciano Cupelloni, Massimo d’Alessandro, Giovanni Morabito, Tonino Paris.

I resti della Basilica protocristiana di San Lorenzo in Damaso e insieme ad essi la stratigrafia dei manufatti sottostanti (dalle lastre sepolcrali del 400 ai frammenti dei pavimenti medievali, dallo stesso pavimento della Basilica damasiana, alle tombe), ubicati al di sotto del cortile del Palazzo della Cancelleria, costituiscono il delicato oggetto di questa ricerca di carattere progettuale.
Il progetto per la copertura degli scavi ha assunto vincoli molto rigidi: la Basilica, ancora aperta durante la costruzione del palazzo, tra la fine del ‘400 e l’inizio del ‘500, venne “tagliata” all’atto della sistemazione definitiva del cortile; il sito è ricco di preesistenze archeologiche importanti e disseminate.
Da qui la necessità di progettare una copertura di spessore molto ridotto per via delle murature “tagliate” con appoggi collocati lungo il lati lunghi del cortile agli estremi dell’area scavata, per lasciare lo spazio degli scavi quanto più possibile libero ed integro.
La soluzione è una struttura in travi in acciaio di sezione variabile con sezione a doppio T e passo di 2 metri, celate da un originale sistema di controsoffitti.

Post

  • Published on aprile 22, 2009
  • Tag: